Come Apple ha ottenuto il marchio iPhone dalla Cisco

Adam Lashinsky, nel suo libro Inside Apple, ha spiegato come Steve Jobs si è mosso per ottenere dalla Cisco il marchioiPhone”.

Forse non tutti sanno che la Cisco, importante società di enterprise computing, non solo possedeva il marchio iPhone anni prima di Apple, ma era anche proprietaria del marchio IOS prima ancora che la società di Cupertino iniziasse ad utilizzarlo.

Lashinsky ha scritto nel suo libro come fece Steve Jobs a convincere Charles Giancarlo, allora dirigente Cisco, a rinunciare a questi due marchi:

Giancarlo ricevette una telefonata direttamente da Steve Jobs. “Steve chiamò e mi disse che voleva il marchio iPhone” ricorda Giancarlo “ma non voleva offrirci nulla in cambio, se non la promessa che sarebbe stato uno dei nostri migliori amici e partner in futuro. Noi rispondemmo di no, che volevamo usare noi quel marchio, ma poco dopo arrivò una telefonata dall’ufficio legale della Apple: secondo i loro avvocati, Cisco avrebbe di fatto abbandonato il marchio iPhone in quanto non utilizzato e promosso in nessuna maniera. Questo, per loro, significava che il marchio iPhone era disponibile per essere usato da Apple”. Giancarlo e la Cisco minacciarono un contenzioso prima del lancio dell’iPhone, ma Apple fece finta di nulla e dopo la presentazione dello smartphone nel 2007, la Cisco presentò la sua denuncia.

Fu da quel momento che Steve Jobs iniziò una della sue classiche tattiche di negoziazione: chiamò Giancarlo a casa la sera di San Valentino e gli chiese se sul suo computer poteva ricevere una email – domanda retorica se fatta verso un dirigente di una delle più importanti aziende web degli USA – e Giancarlo rispose di sì. Qualche giorno dopo Cisco e Apple hanno raggiunto un accordo e ora cooperano in settori di reciproco interesse. Alcuni mesi dopo, Apple ottenne anche l’autorizzazione ad utilizzare il nome iOS

In pratica, ancora una volta, Steve Jobs è riuscito a convincere un “concorrente” a scendere a patti, anche se non conosciamo quale sia stato il contenuto di quella email. Fatto set che Apple ha potuto usare senza problemi sia il nome iPhone che il nome iOS per i suoi prodotti.

Fonte: iPhoneItalia Blog

Fai una domanda al Dr.A