Targedia costa concordia diventa un App

Qualche giorno fa, scorrendo le pagine dellAndroid Market (sì, in redazione ci sono anche dei dispositivi Android; ma li usiamo poco, promesso) ci siamo imbattuti in un’applicazione che ha catturato la nostra attenzione. In questi giorni l’intersse mediatico è stato fortemente (e doverosamente) concentrato sulla tragedia della Costa Concordia e sui problemi gestionali che hanno accompagnato la fase di evacuazione della nave. Con un po’ di sgomento, abbiamo scoperto che nella classifica “Top Gratuite” dell’Android Market, al primo posto, figura l’applicazione “Vada a bordo, …“, una soundboard che permette di riprodurre alcuni spezzoni della conversazione tra il comandante Schettino e il Capo Sezione Operativa della Capitaneria di Porto di Livorno, Gregorio De Falco. Ma ciò che ci interessa più da vicino è l’imminente arrivo di un’app molto simile anche sull’App Store.

L’applicazione “Vada a bordo, …” pubblicata sull’Android Market ha scatenato, come prevedibile, reazioni diverse tra gli utenti, ricevendo in alcuni casi una valutazione di cinque stelle su cinque e in altri una sola stella. Anche i commenti pubblicati sul Market sono abbastanza contrastanti: si va da complimenti a scena aperta come: “5 stelle. Le merita tutte. Se fosse stata a pagamento l’avrei comprata.” a commenti in cui gli utenti esprimono il proprio rammarico: “Non si tratta di essere moralisti o meno. Si tratta della necessità di avere un doveroso rispetto per una tragedia ancora in corso.” Fatto sta che, merito anche degli scarsi controlli dell’Android Market, questa applicazione è attualmente la più scaricata tra le app gratuite. Ma ciò che riteniamo più grave in tutta la vicenda è la scelta dello sviluppatore di inserire alcuni banner pubblicitari all’interno dell’applicazione per trarre guadagno da ogni click degli utenti. Una tragedia che dovrebbe turbare la coscienza dell’individuo medio si trasforma, per alcuni, in un’opportunità di guadagno.

Quest’oggi abbiamo ricevuto comunicazione dell’imminente arrivo su App Store di un’applicazione molto simile a “Vada a bordo, …” per iOS. Anche in questo caso il nome sarà “Vada a bordo!” e le funzionalità saranno le medesime della controparte per Android: premendo sulle etichette presenti nella schermata dell’app si avvierà la riproduzione di file audio estrapolati dalla conversazione tra Schettino e De Falco.

Attualmente l’applicazione è in fase di approvazione presso l’App Store e, nel caso in cui Apple la accettasse, sarà disponibile per il download nei prossimi giorni, anche se abbiamo seri dubbi sull’eventualità che ciò possa accadere.

Adesso la parola spetta a voi.

Fonte iphone italia

Fai una domanda al Dr.A