Gli Spot del Superbowl 2012, Apple c'è ma non si vede,

spot puperbowl

Come ogni anno gli spot pubblicitari nelle pause del Superbowl attirano l’attenzione più dello stesso evento sportivo. Apple quest’anno non c’è stata ma le citazioni non sono mancate. Più o meno simpatiche.

Samsung non ha mancato di prendere in giro gli utenti Apple, raffigurati sempre in coda sul marciapiede fuori dallo Store ed estasiati alla vista di un Galaxy Note che vanta tra le altre caratteristiche un pennino, strumento di puntamento ritenuto di poca importanza da Apple al punto da non fornirne uno come accessorio ufficiale. Finalmente grazie al Galaxy Note gli hipster in coda sono «liberi» e abbandonano la coda per abbracciare The Next Big Thing di Samsung.

L’altro spot pubblicitario che strizza l’occhio all’iPhone (e non solo) è Best Buy, la nota catena di rivenditori specializzati in elettronica. In questo caso non si prende in giro nessuno (per fortuna) focalizzando l’attenzione sulle app, il vero punto di forza di uno smartphone che può estendere in modo pressoché sconfinato il proprio utilizzo. La breve panoramica inizia dall’inventore della mini-camera per scattare le foto per finire agli inventori di Shazam e Instagram, giusto per citarne un paio.

Samsung ricade nuovamente nel “peccato” ridicolizzando gli utenti della concorrenza: in precedenza elogiando il display del Galaxy S II, il servizio cloud per ascoltare musica, ilnavigatore integrato. Il Galaxy Note è un dispositivo di tutto rispetto che forse verrà contrastato da un iPhone 5 dal display più ampio ma sarà davvero The Next Big Thing?

In basso i due video.

 

Fonte melablog

Fai una domanda al Dr.A