iPad 3, data di uscita in Italia e caratteristiche

Quando sarà disponibile l’attesissimo iPad 3. E’ questa la domanda che si fanno gli appassionati dei gioielli di Cupertino, e pare esserci una prima risposta. Le prime indiscrezioni indicano nel prossimo 23 marzo la data possibile.

La data riguarda però la Germania, ma è ipotizzabile che poi non ci sia da attendere troppo anche per la sua uscita in Italia. La notizia, va specificato, non è ancora ufficiale. Ma il fatto che ad averla fornita è stato iFun.de, con precedenti di successo nel settore, lascia pensare che la data sia giusta e abbia fondamenti.

Nonostante in giro per la rete ci siano molte informazioni in merito e nonostante la corsia preferenziale che evidentemente il portale ha, non ci sono altre informazioni riguardanti le caratteristiche tecniche del nuovo gioiello di Cupertino.

Per quel che riguarda la strategia di presentazione, è ipotizzabile che il primo lancio possa avvenire come sempre negli Stati Uniti e poi a pioggia negli altri Paesi tra quelli che tributano spesso il successo principale ai prodotti Apple. E tra questi dovrebbe esserci l’Italia.

Intanto nel bel mezzo di una battaglia legale sulla proprietà dei diritti del nome “iPad” in Cina, le informazioni sulla prossima versione del popolare tablet di Apple, l’iPad 3, inondando la rete.

Esperti e appassionati di prodotti Apple parlano del prodotto che l’azienda prevede di presentare riguardo l’ultima versione della tavoletta.

La nuova versione, secondo la rivista Wired e un blog cinese, che si definisce “Apple Pro” avrà una macchina fotografica di 1080 pixel di risoluzione con stabilizzatore d’immagine, dual-core processor A5X e comando vocale conosciuto come Siri, la principale caratteristica aggiunta sull’iPhone 4S.

Inoltre, un Wall Street Journal indica che l’iPad 3 sarà disponibile con tecnologia 4G e negli Stati Uniti, disporrà dei server LTE AT & T e Verizon.

Apple non ha confermato nessuna delle caratteristiche dell’iPad3 o la data di release.

 

fonte dottor salute

Fai una domanda al Dr.A