Intervista a Jonathan Ive "obiettivo di Apple è quello di progettare e realizzare prodotti migliori"

Jonathan Ive: Apple's goal is to design and make better products

Sir Jonathan Ive, Jony ai suoi amici, è forse uno dei londinesi più influenti del mondo. Il 45-year-old è nato a Chingford – e siamo andati alla stessa scuola, come David Beckham. Ha incontrato la moglie, Heather Pegg, mentre nella scuola secondaria. Si sposarono nel 1987, hanno figli gemelli e ora vivono a San Francisco.

Come Apple senior vice presidente del design industriale, è la forza trainante dei prodotti dell’azienda, dal computer Mac a iPod, iPhone e, più recentemente, l’iPad. Ha parlato esclusivamente al Evening Standard dal quartier generale dell’azienda.

D: Lei ha recentemente ricevuto il cavalierato per i servizi di design.Was che un momento di orgoglio?

A: Sono stato assolutamente entusiasta e allo stesso tempo completamente umiliato.Sono ben consapevole che sono il prodotto di crescere in Inghilterra e la tradizione di progettazione e realizzazione, della Gran Bretagna di essere i primi ad industrializzarsi.L’enfasi e il valore delle idee e del pensiero originale è una parte innata della cultura britannica e, in molti modi, che descrive le tradizioni del design.

Q: E ‘ancora Londra una città importante per la progettazione?

A: Ho lasciato Londra nel 1992, ma sono lì tre o quattro volte l’anno e l’amore in visita. E ‘una città molto importante e contribuisce in modo significativo alla progettazione, alla creazione di qualcosa di nuovo.

D: Come London differiscono da Silicon Valley?

A: La vicinanza di diverse industrie creative e Londra è notevole. Penso che ha portato a una sensazione molto diversa da Silicon Valley.

D: Cosa rende diverso design di Apple?

A: Lottiamo con le parole giuste per descrivere il processo di progettazione di Apple, ma è molto sulla progettazione e la prototipazione e fare. Quando vi separate quelle, penso che il risultato finale ne soffre. Se qualcosa sta per essere migliore, è nuovo, e se c’è di nuovo si trovano ad affrontare problemi e le sfide non si dispone di riferimenti per.Per risolvere e affrontare quelli che richiede una notevole attenzione. C’è un senso di essere curioso e ottimista, e non vedere quelle in combinazione molto spesso.

Q: Come fa un nuovo prodotto arrivi solo alla Apple?

A: Quello che mi piace il processo creativo, e questo può sembrare ingenua, è questa idea che un giorno non vi è alcuna idea, e nessuna soluzione, ma poi il giorno dopo c’è un’idea. Dove si vede il cambiamento più drammatico è quando la transizione da una idea astratta di una conversazione un po ‘più materiale. Ma quando si effettua un modello 3D, tuttavia greggio, si mettono forma a un’idea nebulosa e tutto cambia: i turni intero processo. E galvanizza e porta attenzione da un ampio gruppo di persone. Si tratta di un processo di notevole.

D: Quali sono i tuoi obiettivi quando si imposta per costruire un nuovo prodotto?

R: I nostri obiettivi sono molto semplici – di progettare e realizzare prodotti migliori. Se non riusciamo a fare qualcosa che è meglio, noi non lo faremo.

D: Perché ha la concorrenza di Apple ha lottato per farlo?

A: La maggior parte dei nostri concorrenti sono interessato a fare qualcosa di diverso, o vogliono apparire nuovi – penso che quelli sono gli obiettivi completamente sbagliati. Un prodotto deve essere realmente migliore. Questo richiede una vera e propria disciplina, ed è quello che ci spinge – un sincero, genuino desiderio di fare qualcosa che è meglio.

D: Quando hai preso coscienza dell’importanza di designer?

A: E ‘stato quando ho usato un Mac – ero andata al college negli anni Ottanta con un computer ed è stata un’esperienza orribile. Poi ho scoperto il Mac. E ‘stato un momento drammatico e lo ricordo con tanta chiarezza – c’era un senso reale delle persone che lo hanno realizzato.

D: Quando si arriva con idee di prodotto come l’iPod, non si tenta di risolvere un problema?

R: Ci sono approcci diversi – a volte le cose possono irritare in modo da prendere coscienza di un problema, che è un approccio molto pragmatico e meno impegnativo.Che cosa è più difficile è quando si è incuriosito da un’opportunità. Che,

Credo che, in realtà esercita le competenze di un designer. Non è un problema siete a conoscenza, nessuno ha articolato un bisogno. Ma si inizia a fare domande: cosa succede se facciamo questo, si combinano con questo, vorrei che essere utile? Ciò creerà nuove opportunità che potrebbero sostituire intere categorie di dispositivo piuttosto che tatticamente rispondere a un problema individuale. Questa è la vera sfida e molto emozionante.

Q: che ha portato a nuovi prodotti all’interno di Apple?

R: Gli esempi sono prodotti come l’iPod iPhone e iPad. Che l’attenzione maniacale per i dettagli e imbattersi in un problema e di essere determinato a risolvere è estremamente importante – che definisce giorno per giorno l’esperienza.

Q: Come fai a sapere che hai avuto successo?

A: Una delle cose che veramente mi irrita è quando i prodotti sono a conoscenza dei progettisti scodinzolando in faccia. Il nostro obiettivo è quello di creare oggetti semplici, gli oggetti che non potete immaginare nessun altro modo. Farlo bene e si diventa più stretta e concentrata sull’oggetto. Per esempio, l’applicazione iPhoto che abbiamo creato per il nuovo iPad si consuma completamente e si dimentica si utilizza un iPad.

Q: I consumatori veramente a cuore il buon design?

A: I consumatori sono incredibilmente esigente, che senso dove c’è stata grande cura nella progettazione, e quando c’è il cinismo e l’avidità. Abbiamo trovato davvero incoraggiante.

Q: gli utenti sono diventati ossessivamente attaccato ai prodotti Apple. Perché?

R: Quando ho usato un Mac ho avuto una forte consapevolezza dei valori di coloro che lo ha fatto. Penso connessione emotiva della gente al nostro prodotto è che essi percepiscono la nostra attenzione, e la quantità di lavoro che è andato in crearlo.

Fai una domanda al Dr.A