PERCHE' IPAD DEVE ESSERE MADE IN CINA

L’iPad luce, elegante, semplice costruzione smentisce le sue origini complesse. C’è un sacco di roba in iPad: alluminio e vetro, naturalmente, ma anche altri metalli pesanti e sostanze chimiche tossiche. E produzione di ciascuna di 1,44 sterline risultati iPad in oltre 285 volte il proprio peso delle emissioni di gas a effetto serra. La produzione di materiale utilizzato e nella iPad sono due ragioni per cui l’iPad devono essere effettuate in Cina, e non solo nei modi che ci si aspetta.

Sì, il lavoro è sporcizia a buon mercato in Cina. Salario minimo era solo $ 138/month a Hongkai Electronics nel mese di ottobre 2010, rispetto ai $ 1160/month negli Stati Uniti (sulla base di un salario minimo $ 7.25/hour federali e di 40 ore settimanali di lavoro).

E sì, le normative ambientali in Cina sono piuttosto minimale (anche se il miglioramento).La Cina è 116 su 132 paesi di Yale 2012 classifiche ambientali Performance Index.Anche con tutte le loro miniere di coltan eseguiti illegalmente, la Repubblica Democratica del Congo è classificato tanti punti superiore a quello della Cina.

Ma c’è un altro motivo importante per cui Apple e altri produttori hanno i loro talloni bloccati nel fango cinese. iPad produzione, come la fabbricazione di altri dispositivi elettronici, richiede una notevole quantità di elementi di terre rare, i 17 difficili da miniere elementi utilizzati in tutti i tipi di tecnologia verde. E ‘difficile dire esattamente quello che le terre rare sono in un iPad, dato che Apple è davvero a denti stretti sulla loro materiali-no si può anche arrivare a confermare ciò che rende il loro produttore di vetro resistente agli urti, anche se ho il sospetto Asahi.

Cambridge professore di ingegneria Dr. Tim Coombs ipotesi che ci possa essere lantanio in dell’iPad agli ioni di litio polimero, così come “una gamma di terre rare per produrre i diversi colori” nel display. I magneti lungo il lato del iPad e nella sua copertina (nella foto sopra) sono probabilmente una lega di neodimio. Electronics vetro viene spesso lucidato con ossido di cerio. Secondo un rapporto del Congressional Research Service, la domanda mondiale di terre rare è stato 136,100 tonnellate nel 2010, 45 per cento dei quali era per magneti, vetro e lucidatura.

TUTTE LE NOSTRE TERRE RARE PROVENGONO DA UNA MINIERA PIT IN CINA
Perché tutto questo consumo di terre rare un problema? La Cina attualmente controlla il 95-97% della fornitura mondiale di terre rare e ha ripetutamente tagliato le quote di esportazione, l’invio di prezzi già alti alle stelle. Temendo la dipendenza della Cina di terre rare, due società di Molycorp in California e in Australia Lynas Corp-plan per iniziare terre rare miniere di quest’anno. Come l’industria verde continua a crescere, tuttavia, non è chiaro se le operazioni minerarie in corso sarà in grado di tenere il passo con la crescente domanda.

Di fronte a una crescente preoccupazione circa la possibilità di una carenza di terre rare, il presidente Obama ha recentemente presentato una denuncia con l’Organizzazione Mondiale del Commercio contro la Cina sulla loro politica di terre rare.Alcuni specialisti che la denuncia può essere “troppo poco, troppo tardi”, per il momento la Cina cambia la sua politica, più che i costruttori hanno spostato le piante in Cina.

RICICLAGGIO non è una soluzione Rare Earth
Potrebbe sembrare che le montagne di rifiuti elettronici sarebbe una fonte perfetta di terre rare. Ma il riciclaggio non è la risposta alla carenza di terre rare, almeno non ancora. Alcuni riciclatori giapponesi con successo il recupero delle terre rare dai compressori. Ma né SIMS Recycling Solutions, né Electronics Recyclers International (ERI), i due più grandi riciclatori di elettronica negli Stati Uniti, stanno recuperando le terre rare nel loro processo di riciclaggio, secondo il presidente SIMS Steve Skurnac ERI e CEO John Shegerian.

Per ora, Skurnac dice: “Le terre rare sono in concentrazioni molto minute a rottami elettronici”, il che significa che riciclatori bisogno di alto volume e super efficienti i processi di recuperare qualsiasi ragionevole quantità di terre rare dall’elettronica. La tecnologia proprio non è lì per rendere economicamente fattibile per la maggior parte dei riciclatori.

Oggi, una società di elettronica americana può beneficiare dell’esenzione dalle quote di esportazione della Cina terre rare dalla produzione in Cina. Ecco che cosa la maggior parte delle aziende, tra cui Apple, stanno facendo. L’unica altra soluzione è per noi smettere di consumare così tanto, una opzione che le persone raramente trovano attraente. Non è così attraente come un display retina, almeno.

Fai una domanda al Dr.A