Greenpeace Caratteristiche Apple come 'Green Energy Innovator' nel nuovo rapporto

Greenpeace Caratteristiche Apple come ‘Green Energy Innovator’ nel nuovo rapporto

Gruppo attivista ambientalista Greenpeace, che in passato ha portato Apple ad un task su questioni ambientali, ha rilasciato un nuovo rapporto intitolato “Cliccando Pulizia: Come le aziende stanno costruendo l’Internet Verde”, che classifica di Apple con Google e Facebook come “innovatori energia verde” . Il rapporto elogia Apple per il suo impegno a favore delle energie rinnovabili , premiando i tre gradi di società “A” e “B” grado in quattro categorie di rating del gruppo.
Ricerca aggressiva di Apple del suo impegno per alimentare il iCloud con il 100% di energia rinnovabile ha dato all’azienda la pista interna tra i leader del settore IT nella costruzione di un verde Internet. Apple ha fatto bene sul suo impegno con la costruzione dei più grandi parchi solari di proprietà privata al suo centro dati North Carolina, lavorando con la sua utilità in Nevada per alimentare la sua prossima data center lì con l’energia solare e geotermica, e l’acquisto di energia eolica per l’Oregon e California data center. L’impegno di Apple per l’energia rinnovabile ha contribuito a impostare una nuova barra per il settore, illustrando in termini molto concreti che un internet rinnovabile al 100%, è alla sua portata, e fornendo diversi modelli di intervento per le altre società che vogliono costruire un Internet sostenibile.

greenpeace_clicking_clean
Il rapporto completo (PDF) evidenzia la forte performance di Apple in trasparenza, i suoi impegni verso le energie rinnovabili e l’ubicazione degli impianti in aree con accesso alle energie rinnovabili, e la sua diffusione e al sostegno per le energie rinnovabili. L’unico settore in cui Greenpeace dà un leggero downgrade di Apple è in termini di efficienza energetica e di mitigazione, dove il gruppo ritiene che Apple potrebbe fare di più per condividere i dettagli sui suoi disegni degli impianti ad alta efficienza energetica per aiutare l’industria in generale diventare più rispettosa dell’ambiente. Greenpeace è stata inizialmente piuttosto aspro sui piani di energia rinnovabile di Apple per il suo fiore all’occhiello data center in North Carolina, credendo alla società di essere basandosi principalmente su fonti di energia alimentati a carbone. Mela ha contestato con richieste di Greenpeace, ma la pubblicità sembrava aver incoraggiato Apple di diventare più apertasu propri impegni alle energie rinnovabili come ha dichiarato pubblicamente la sua intenzione di eseguire tutti i suoi data center al 100% di energia rinnovabile. Mentre Greenpeace ha continuato a sovrastimare il fabbisogno energetico di Apple per l’impianto di North Carolina per un certo tempo, il gruppo sembra essere ora soddisfatto con rivelazioni di Apple ed è a bordo con politiche energetiche della società.

Fai una domanda al Dr.A