Nasce accordo tra Apple e ISPs per la consegna agli utenti di iTunes, applicazioni e contenuti di iCloud

Apple sta muovendosi in avanti sui piani per sviluppare il proprio contenuto consegna rete (CDN), riporta ben noto CDN e connessione internet analista Dan Rayburn (via Ars Technica ). L’azienda di Cupertino starebbe negoziando accordi con fornitori di servizi Internet al fine di garantire l’erogazione efficiente dei contenuti ai propri clienti. Apple può controllare i media per iTunes e iCloud clienti, ma attualmente esternalizza la consegna di questo mezzo a società di terze parti come Akamai, cedendo il controllo sulla qualità del servizio a queste altre società. Apple ha riferito, ha lavorato per cinque anni sulla propria CDN che avrebbe portato la distribuzione di contenuti in casa, assicurando ai propri clienti possono accedere ai dati in modo affidabile e rapido indipendentemente dalla posizione ISP o geografica. Apple è stata la distribuzione l’hardware di rete necessaria e recentemente iniziate forgiatura offerte di interconnessione con Internet Service Provider che si prepara a spostare il contenuto al proprio CDN presto, sostiene Rayburn.

iclouditunes


Apple è stata molto impegnato con la loro costruzione fuori la distribuzione di un sacco di scatole in esecuzione Apache Traffic Server e l’acquisto di una tonnellata di transito, co-location, lunghezze d’onda e di altri servizi di infrastruttura. La loro CDN è in rapida crescita, e non passerà molto tempo prima di iniziare a vedere una parte del loro contenuto farsi consegnare dal loro nuovo CDN. Come parte della loro costruzione out, Apple sta attualmente negoziando pagato offerte di interconnessione con alcuni dei più grandi ISP gli Stati Uniti non ho intenzione di rivelare quali gli ISP stanno parlando e che cosa le offerte che hanno già fatto, ma è interessante notare che, con tutto il parlare ultimamente della neutralità della rete, peering e rapporti di interconnessione, Apple non è nel market making eventuali reclami.

Nonostante le preoccupazioni circa la neutralità della rete , queste offerte di accesso prioritario stanno diventando comune tra le grandi aziende, come Netflix, Microsoft e Google, che si muovono grandi volumi di dati attraverso Internet.

Fai una domanda al Dr.A