UE giudica il lavoro di Apple inadeguato per affrontare problemi di pagamento In-App

 

in-app acquisto
La Commissione europea ha annunciato oggi che Apple non ha adeguatamente affrontato la questione del non autorizzati acquisti in-app, che fornisce “no concrete e soluzioni immediate” per il problema, riporta Reuters . Questo oggetto di acquisti in-app all’interno di applicazioni gratuite è stato al centro di una recente indagine dell’UE a seguito di denunce provenienti da diversi gruppi di consumatori nei paesi membri dell’Unione Europea. Apple ha detto in una dichiarazione che avrebbe rispondere a queste preoccupazioni, ma non è riuscito a rivelare quando e come avrebbe apportare le modifiche necessarie.

Apple prende grande orgoglio nel leader del settore nel controllo dei genitori che sono incredibilmente facili da utilizzare e contribuire a garantire una grande esperienza per genitori e figli su App Store. I controlli censura in iOS sono forti, intuitiva e personalizzabile. E nel corso dell’ultimo anno abbiamo fatto in modo che qualsiasi applicazione che permette ai clienti di effettuare acquisti in-app è chiaramente indicata. Abbiamo anche creato una sezione per bambini su App Store con protezioni ancora più forte per coprire le applicazioni progettate per i bambini di età inferiore ai 13. Questi controlli vanno ben oltre le funzionalità di altri operatori del settore. Ma stiamo sempre lavorando per rafforzare le protezioni che abbiamo in atto, e stiamo aggiungendo nuove funzionalità con iOS 8, ​​come ad esempio Posta acquistare, dando ai genitori ancora più controllo su ciò che i loro figli possono acquistare su App Store. nostro obiettivo è quello di continuare a fornire la migliore esperienza per i nostri clienti e continueremo a lavorare con gli Stati membri della CE per rispondere alle loro preoccupazioni.

Mela affronta azioni legali da paesi membri dell’Unione Europea, se si trova ad essere in violazione della normativa UE sulla protezione dei consumatori. La società attualmente è oggetto di indagine da parte dell’Autorità Antitrust e concorrenza in Italia, che sta rivedendo le politiche di acquisto in-app per le applicazioni che sono etichettati come “libero”. Apple ha affrontato controllo simile negli Stati Uniti, ha recentemente risolvere con la FTC in un accordo che ha fornito 32 milioni dollari in rimborsi ai genitori i cui figli acquistato non autorizzati elementi in-app. avvocati di Apple hanno tattled su Google alla FTC, nel tentativo di sottolineare che Apple non era il solo a sperimentare problemi con non autorizzati acquisti in-app da bambini, ma l’UE ha elogiato oggi Google per i suoi cambiamenti per affrontare il problema, tra cui si muove per vietare l’uso della parola “free” quando si parla di applicazioni con gli acquisti in-app . Apple ha implementato una serie di cambiamenti nelle recenti versioni di iOS che impediscono erranti acquisti in-app.iOS ora richiede agli utenti di inserire il proprio codice prima di iniziare un acquisto in-app, avvisa i consumatori prima di un acquisto in-app è fatto e ottiene il consenso espresso dai consumatori prima di fatturazione per un acquisto in-app. Più di recente, Apple ha aggiunto una “Offerte acquisti in-app” divulgazione alle pagine di dettaglio app e inserito un’etichetta “acquisti in-app” per le applicazioni elencati nelle proprie presenti Classifiche Top App

Fai una domanda al Dr.A

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.