ENDORSEMENT di CLINICA IPHONE PER TELEGRAM, Telegram è meglio di WhatsApp!

Lo sospettavate, ma non osavate ammetterlo, soprattutto dopo aver pagato il primo anno di servizio… In effetti ci si sente come aver stipulato un contratto, con una persona di fiducia, dove ci si autoconvince che sia il miglior servizio, soprattutto perché rispetto alla concorrenza è a pagamento.

Oppure si ricorre a frasi del tipo: “WhatsApp è il più diffuso, nessuno può competere”, senza nemmeno fare una prova… Ebbene, Telegram vi lascerà a bocca aperta: ha battuto WhatsApp su ogni aspetto chiave di un’app di messaggistica. Guardate voi stessi!

Il primo passo è la registrazione. WhatsApp ha conquistato una grandissima parte del mercato in brevissimo tempo grazie ad una mossa geniale: niente più email, nickname o password… basta inserire il vostro numero telefonico per iniziare ad usare il servizio. Questo ha portato due benefici enormi, il primo è l’estrema semplicità di registrazione ed accesso, il secondo è il fatto di non aver bisogno di cercare le persone con cui comunicare, basta infatti il numero del contatto salvato in rubrica.

telegram-whatsapp-03-w628

Telegram fa lo stesso, anzi meglio. Non richiede nulla eccetto il numero di telefono e mostra in automatico i vostri contatti che già utilizzano Telegram, ma oltre a queste opzioni già presenti in WhatsApp, potremo aggiungere un username al nostro contatto, così da essere visibile in un’eventuale ricerca globale.

In questo modo potremo aggiungere nuovi contatti ancora più velocemente, trovare amici senza aver bisogno del numero o tanto altro, ad esempio chattare con una persona conosciuta online senza condividere alcun numero di telefono. Un ultima chicca è quella di poter condividere o aggiungere magari sul vostro sito/blog il link https://telegram.me, che se cliccato aprirà automaticamente sulla piattaforma in uso una finestra di chat Telegram con l’username specificato.

Vi stupirà scoprire quanti vostri contatti stanno già usando Telegram. E se così non fosse, vi basterà leggere i punti successivi per capire da soli che con WhatsApp vi rimane un’ultima cosa da fare prima di liberarvene… dire di passare a Telegram!

Disponibile su qualsiasi piattaforma (altro che WhatsApp Web)

OK, vi siete registrati a Telegram dallo smartphone e siete pronti ad utilizzarlo, ma se voleste messaggiare anche dal tablet? Nessun problema: basta scaricare l’applicazione, inserire il vostro numero e digitare il nuovo codice ricevuto sul cellulare con quel numero. Come risultato avrete due piattaforme sincronizzate con le quali inviare e ricevere messaggi ai vostri contatti. Potrete usare questo metodo anche se non disponete di uno smartphone, inserendo un numero al quale ovviamente avete accesso.

Accedi ovunque anche in contemporanea: è tutto sincronizzato!
Siamo già ad un livello superiore rispetto a WhatsApp, ma vogliamo esagerare… Se voleste usare WhatsApp anche dal computer? Esiste un programma apposta per PC Windows, OSX e Linux, oppure una versione web avanzata (altro che quella di WhatsApp) che necessita unicamente di un browser.

Stesso discorso vale per iPhone e Windows Phone. Inoltre riceverete sempre un messaggio di avviso sul primo dispositivo registrato con Telegram con informazioni dettagliate sulla posizione ed eventualmente l’IP di chi si è connesso usando il vostro numero.

Potrete inoltre facilmente disconnettere ogni altro dispositivo andando in Impostazioni > Privacy e Sicurezza > Chiudi tutte le altre sessioni.

WhatsApp Web: perchè dovreste starne alla larga!

Con WhatsApp è possibile inviare foto, video, file audio, posizione attuale e contatti fino ad un massimo di 16 MB (se possibile il file verrà compresso per rientrare nel limite). Con Telegram è possibile inviare qualsiasi file, ripeto, qualsiasi file, entro 1 GB, ripeto 1 GB, ovvero 1024 MB o 200 canzoni di qualità media in un archivio o 1 film di buona qualità o, se preferite, 64 volte il limite massimo imposto da WhatsApp.

Come avrete intuito, con Telegram non ci si limita ad una normale comunicazione e condivisione di selfie, suonerie da quattro soldi o file audio-perché-non-ho-voglia-di-scrivere, ma potremo basare le nostre comunicazioni per trasferimenti sicuri di qualsiasi tipo di file di grosse dimensioni; questo significa mandare qualsiasi foto senza perdere un briciolo di qualità (è inutile avere 20 MP di fotocamera se poi fate comprimere le foto da WhatsApp), condividere interi film, archivi di file zip… Tutto!
Sicurezza ad altissimo livello messaggi criptati.

Quante volte sentiamo dire che un servizio è sicuro? Tante immagino e, la maggior parte delle volte, giustamente, ci fidiamo perché non possiamo fare altro. Telegram punta tantissimo sulla sicurezza e promette di fornire un sistema gratuito di comunicazione dove sicurezza e privacy dei nostri dati sono al primo posto.

In realtà va addirittura oltre, sfidando gli hacker di tutto il mondo con la messa in palio di una ricompensa da 200.000 dollari a chiunque fosse in grado di decriptare il contenuto di un messaggio inviato da Telegram. Dopo un anno (2013-2014), ancora nessuno è riuscito nell’impresa e il team di Telegram ha rincarato la dose con un altro contest: questa volta da 300.000 dollari e facilitando il compito agli aspiranti decriptatori dando più informazioni ed invitandoli ad utilizzare attacchi attivi ai server di Telegram… Ancora nessun risultato!

XPrivacy: il gestore della privacy definitivo!
Quasi due anni di tentativi e nessuno al mondo è riuscito a crackare Telegram!
Il confronto con WhatsApp è inutile, anzi, umiliante date le continue preoccupazioni degli esperti riguardo alle falle di sicurezza delle comunicazioni con questo servizio. Basti pensare a WhatsApp Sniffer (per ovvi motivi non vi forniamo il link), un’app sviluppata per dimostrare la scarsa sicurezza di WhatsApp, con la quale è possibile ricevere il contenuto (testo, ma anche foto o video…) dei messaggi inviati a chiunque sia connesso alla vostra stessa rete WIFI… A patto che la rete sia libera o protetta con chiave WEP, ma si parla pur sempre di un’app Android utilizzabile dal primo pinco pallino che non sa niente di sicurezza informatica.

Gratis al 100% e senza pubblicità

Gratis è la parola peggio usata negli ultimi tempi, la quale ormai nasconde sempre un “se”, un “ma” o un qualsiasi tranello più o meno evidente. I saggi o i più scettici hanno imparato con l’esperienza che nessuno regala niente senza volere qualcosa in cambio e, al 99%, hanno ragione.

Poi si scopre l’esistenza di progetti no-profit come Telegram, guidati da persone il cui unico scopo è quello di fornire qualcosa di utile alla comunità, in questo caso un servizio di messaggistica sicuro ed efficiente e ci si accorge quanto vale quell’1%. Come dice lo stesso team di sviluppo: «Telegram non è pensato per produrre profitti, non venderà mai pubblicità e non accetterà mai investimenti esterni. Non è in vendita. Non stiamo costruendo un database ma un programma di messaggistica per le persone».

Abbiamo già scritto molto, quindi riassumiamo in due comportamenti opposti:

Potete passare a Telegram ed avere un servizio con cui è più facile iniziare nuove conversazioni, che si può usare da qualsiasi piattaforma anche contemporaneamente, con il quale è possibile inviare qualsivoglia file, le cui comunicazioni sono rigorosamente protette grazie ad una particolare attenzione a sicurezza e privacy, completamente gratuito e con tante altre funzioni in più rispetto a WhatsApp non esaminate nell’articolo.

5 trucchi di Telegram introvabili su WhatsApp
Oppure potete non passare a Telegram e restare con WhatsApp, dato che preferite avere un servizio limitato ai contatti in rubrica, utilizzabile solo su un dispositivo per volta e con tante limitazioni tra cui alcune aggirabili unicamente attraverso trucchi non ufficiali.

Un servizio con il quale condividere praticamente solo foto, video e audio di scarsa qualità e dimensioni ridotte, con comunicazioni che se non state attenti vi può spiare il vicino tramite un’app Android, a pagamento annuale (forse l’unica app che avete mai pagato, accettando un abbonamento annuale quando vi spaventate di spendere 1 euro per quel giochino carino di uno sviluppatore indipendente).

Ottimizzate WhatsApp con i migliori trucchi!
Vi rendete conto dei sacrifici che state facendo per restare con WhatsApp ed avere una manciata di persone in più in rubrica che utilizzano il servizio? …Quando impieghereste due secondi per farle tutte passare a Telegram?

Allo stesso tempo, WhatsApp si è appena aggiornata introducendo la funzione delle chiamate e forse presto anche le videochiamate, funzione non ancora perfezionata ed a volte ballerina che permette però a quest’app di entrare in competizione con app come Skype e Viber ed avere un unico vero vantaggio su Telegram.

ecco i link per installare telegram su iphone ipad e mac:

https://itunes.apple.com/it/app/telegram-messenger/id686449807?mt=8

https://itunes.apple.com/it/app/telegram/id747648890?mt=12

Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo_clinica_iphone_bn

App

Siamo Social

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2021 è un marchio di fatto e di insegna. iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray

Copyright © 2021 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico

× Contattaci su WhatsApp!