60 minuti di Apple: “abbiamo più segreti qui che la CIA”

(C) CBS

(C) CBS

Il programma americano CBS 60 Minutes, ha avuto il piacere di accompagnare una parte del senior management di Apple per parlare di alcuni dei temi caldi in relazione alle operazioni della società e, soprattutto, quelli di argomenti di interesse generale di cui Apple è una delle voci più importanti del settore: Tim Cook, Angela Ahrendts, Jony Ive … con Charlie Rose ai comandi di uno dei programmi più interessanti della catena.

E sì, anche il programma con radice in uno script programmato, hanno toccato molti temi e la maggior parte di loro molto interessante: il design, le operazioni, la crittografia, il terrorismo …. e auto, ma senza molta fortuna, come è logico.Anche se non ci sono nuovi esplicito sorpresa per chi conosce meglio l’azienda, è sempre interessante ascoltare che i dirigenti di livello.

Sicurezza e privacy devono andare di pari passo per l’utente¿interessanti curiosità? Il programma inizia con una delle questioni scottanti del giorno e che, dopo gli attentati di Parigi si è spostato direttamente al primario degli Stati Uniti: il bilanciamento tra privacy, crittografia e la sicurezza nazionale. Sul tema a portata di mano, Tim Cook punta a una dualità è troppo semplicistico, e che un equilibrio tra privacy e la sicurezza nazionale, tornando a ribadire la posizione della società rispetto a consegnare le chiavi di crittografia o create necessaria backdoor per le forze e dispositivi di sicurezza dello stato dell’azienda.

Cook spiega che i dispositivi iOS di oggi comprendono quasi la stragrande maggioranza delle informazioni personali dagli utenti: dati sanitari, documenti privati, finanziari, di comunicazione … e che l’accesso a tali dati è una chiave che solo bisogno l’utente, Apple non ha e quindi non in grado di fornire i corpi e forze di sicurezza statali, che riassume in modo magistrale con il seguente esempio:

“Se c’è un modo, qualcuno lo troverà. Alcune persone suggeriscono che dovremmo avere una porta sul retro, ma la realtà è che se si mette una porta sul retro, alla fine, è per tutti, per il bene e il male”

E una questione spinosa questione spinosa: la Cina e il processo di produzione dei dispositivi Apple. Ed è che, anche se è uno dei più ricorrenti in questa nuova critica di Apple, Tim Cook era riluttante a queste critiche, sottolineando che non ha nulla a che fare con gli stipendi, dal momento che la scelta della società di produrre i suoi dispositivi in Cina è legata alle capacità ecompetenze, che mancano di molti lavoratori americani.

60 minuti di Apple 4

Inoltre, continuando il tema della Cina, Cook ha confermato che la società stessa è preoccupato per il benessere dei lavoratori coinvolti nel processo di produzione dei loro dispositivi, in modo che Apple ha una responsabilità speciale a fronte di condizioni di lavoro del monitor dei subappaltatori che producono i dispositivi:

Noi abbiamo la responsabilità. Siamo costantemente Revisione nostra supply chain. Garantire che gli standard di sicurezza più elevati. Stiamo assicurando che le condizioni di lavoro sono i più alti

A seguito dell’occupazione, anche cose interessanti su questo momento, quello interno della società. Cook e Rose parlato perché hai bisogno di qualcuno per lavorare su Apple, che secondo l’amministratore delegato della società va ben oltre abilità: si tratta di cambiare il mondo, si propone, essere idealista, sognare in grande e sperano che la La tecnologia è il futuro. È più interessante? Tim fa notare che nessun periodi di prova a Apple, diverse scale sono quelli che dicono che la società se un candidato è in LIENA con i valori che stanno cercando di lavorare a Cupertino.

800 persone al servizio di migliorare la fotocamera di iPhoneMa andiamo interessanti curiosità: Durante l’intervista, il team di 60 minuti ha avuto accesso a uno dei segreti meglio custoditi di Apple: il laboratorio in cui le telecamere sono testati i dispositivi iOS insieme a molti dati molto rilevanti: solo la telecamera di iPhone, Apple ha oltre 800 persone che lavorano, uno degli aspetti fondamentali di dispositivi iOS e uno dei motivi per cui i consumatori si affidano alla fotocamera di iPhone: la qualità e rapidamente.Inoltre, il direttore di macchina fotografica iPhone hardware, Townsend ha mostrato come programma Apple simula ogni possibile situazione di illuminazione nei loro laboratori, per garantire che l’iPhone è in grado di prendere immagini di alta qualità in ogni situazione.

Tuttavia, l’intero percorso da Apple che Rose ha avuto l’opportunità di rendere il più interessante, a mio parere, è il design con Ive in testa. La prima cosa che colpisce lo spettatore a presentatore e se avete visto la programmazione è che la maggior parte dei tavoli sono coperti (parte logica), il fatto che ho indicato come “se si potesse vedere cosa c’è sotto, si dovrebbe vedere la nostra visione del futuro, “Rose per continuare ad insegnare alcuni dei prototipi, in 10 diverse varianti, iPhone 6s e 6s plus; e, di conseguenza, di un edificio del campus non marcato.

60 minuti di Apple 2

60 minuti di Apple 3

L’azienda dispone di modelli a grandezza naturale di mele Stores campusdestra: il laboratorio dei negozi al dettaglio in cui i piani di Apple e progetta i suoi negozi in tutto il mondo, dove Rose ha avuto la possibilità di chiacchierare con una delle ultime aggiunte mela: Angela Ahrendts, che ha detto che le riunioni si tengono nelnegozio modello di ogni settimana perdiscutere le possibili modifiche nellaprogettazione. Inoltre, Phil Schiller ha avuto il suo momento nel programma, in particolare per quanto riguarda l’idea che un prodotto può cannibalizzare altri di Apple:

E ‘legato alla progettazione. È necessario che ogni battaglia per il loro spazio. L’iPhone deve essere così grande per non si sa perché avete bisogno di un iPad.”L’iPad deve essere così grande per non si sa se avete bisogno di un computer portatile. Il computer portatile deve essere così grande per non si sa se si desidera un dispositivo desktop.

In tale ottica, Cook ha contribuito anche la loro parte, dal punto di vista del prodotto e le accuse che si librano in azienda sul lancio di prodotti non finiti di mercato:

Ogni prodotto può essere migliorato e la orologio non fa eccezione a questo. Non sono deluso con esso. Quando abbiamo lanciato il prodotto, stiamo lavorando sul prossimo modello. E talvolta anche il prossimo. Abbiamo sempre cercare cose che possiamo fare per migliorare.

 

Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo_clinica_iphone_bn

App

Siamo Social

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2021 è un marchio di fatto e di insegna. iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray

Copyright © 2021 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico

× Contattaci su WhatsApp!