Dice US Attorney General iPhone di richiesta di sblocco non porterà a violazioni della privacy diffusi

Con la data del processo per il caso iPhone sblocco tra Apple e l’FBI poco più di una settimana di distanza, Stati Uniti procuratore generale Loretta Lynch ha deciso di parlare sulla questione durante un episodio di The Late Show con Stephen Colbert ieri sera (via TechCrunch ). Dopo Colbert ha chiesto di lei probabilmente presa di posizione sul tema, Lynch ha detto che lei ha “avuto una serie di conversazioni con Tim Cook su questioni di privacy”, e rimarcato la delicatezza della questione.
“Beh, sai, abbiamo dissentito pubblicamente in tribunale e ho avuto una serie di conversazioni con Tim Cook su questioni di privacy. Quello che dirò su questo, però, è capisco perché questo è importante per tutti , perché la privacy è un tema importante per tutti. E ‘importante per me, come il procuratore generale, è importante per me come cittadino. ”
Come è stato pesantemente riportato da metà febbraio, il caso ruota attorno richiesta del FBI per Apple per sbloccare il 5c iPhone di San Bernardino shooter Syed Farook. Il CEO di Apple Tim Cook ha preso una posizione contro l’ordinanza del tribunale, che Colbert ha portato fino a Lynch in un’intervista di ieri sera. Il padrone di casa ha notato di Cook convinzione che la creazione di una tale backdoor in iPhone potrebbe portare ad un “pendio scivoloso” in problemi di privacy per tutti gli utenti dei dispositivi Apple.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=tOr5TqTSc6A&w=560&h=340]

la difesa di Lynch sta nella presunta falsa dichiarazione di Cook di ciò che l’FBI vuole che l’azienda a fare per quanto riguarda iPhone di Farook. Nell’intervista, lei sostiene che essi sono “non chiedono una backdoor”, e che l’ordine del tribunale presentati chiedendo il rispetto di Apple è “molto stretto”, suggerendo la paura del cuoco di un anti-privacy precedente è ingiustificato.
“Beh sai, prima di tutto, non stiamo chiedendo una backdoor, e né siamo chiedendo per lui per accendere qualsiasi cosa su per spiare chiunque. Stiamo chiedendo loro di fare ciò che il loro cliente vuole. Il vero proprietario del il telefono è la contea, il datore di lavoro di uno dei terroristi che ora è morto. quello che stiamo chiedendo loro di fare è quello di aiutare noi disattivare la funzione di cancellazione password che asciuga in fondo al telefono se si indovina la password sbagliata dopo dieci volte. abbiamo cercherà di entrare nel telefono, ci sarà estrarre le prove sotto l’ordine del tribunale che abbiamo ottenuto che è molto stretto, è molto concentrato. ”
I commenti di Lynch supportano un recente documento pubblicato dai procuratori che rappresentano il governo degli Stati Uniti nel caso contro Apple, in cui si riferiscono al deposito originale per la partecipazione di Apple una richiesta “modesto” che non sarebbe mai portare a una “chiave master” che potrebbe sbloccare tutti gli iPhone contro la volontà dei proprietari. Tuttavia, Apple comparirà in tribunale per combattere l’ordine il 22 marzo, a seguito della recente confermato 21 marzo data della sua media event “Let Us Loop È In”.

Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo_clinica_iphone_bn

App

Siamo Social

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2021 è un marchio di fatto e di insegna. iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray

Copyright © 2021 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico

× Contattaci su WhatsApp!