CAREKIT DI APPLE È IL MIGLIOR ARGOMENTO DEL MOMENTO

health-sec-lead-1024x768.jpg

ALLA VIGILIA della sua azienda di data di corte con l’FBI, dove difenderà il suo diritto di non indebolire la sicurezza dei propri dispositivi, il CEO di Apple Tim Cook è salito sul palco in un piccolo teatro a Cupertino di introdurre alcuni nuovi dispositivi. Il messaggio di apertura della manifestazione, però? Questioni di crittografia. E presto, su iOS, che importa ancora di più.

Mentre le osservazioni di Cook erano brevi, sono stati determinati.

“Abbiamo bisogno di decidere come nazione quanta potenza il governo dovrebbe avere sui nostri dati, e più la nostra privacy”, ha detto Cook davanti a una folla mista di giornalisti e dipendenti Apple. “Non ci aspettavamo di essere in questa posizione, in contrasto con il nostro governo. Ma crediamo fortemente che abbiamo la responsabilità di aiutare a proteggere i dati e proteggere la vostra privacy. Lo dobbiamo ai nostri clienti, e lo dobbiamo al nostro paese. Questo è un problema che gli impatti tutti noi, e noi non si ridurrà da questa responsabilità “.

Che Apple è pronta a combattere l’insistenza del FBI che creano un software che avrebbe aiutato le forze dell’ordine a sbloccare un iPhone è stato chiaro fin dall’inizio. La risposta della società è stata attiva sul proprio sito, nei media, nella ricorsi legali, e davanti al Congresso. Il messaggio di Cook era tutt’uno con quello che Apple ha più volte sottolineato.

I nostri telefoni, se non lo facessero già, potranno sapere di più su di noi che sappiamo di noi stessi.

Il messaggio più forte, però, è venuto pochi minuti dopo nel discorso sotto forma di una nuova piattaforma chiamata CareKit, che avrebbe permesso agli sviluppatori di introdurre applicazioni di assistenza sanitaria in grado di monitorare una ricchezza di informazioni comunque dispositivi Apple. Il tipo di dati che ci si vuole proteggere il più fedelmente il proprio battito cardiaco.

I segreti del tuo corpo
CareKit è meglio visto come un cugino vicino a ResearchKit, una piattaforma di Apple ha introdotto l’anno scorso che ha aiutato le istituzioni di ricerca implementare studi su larga scala tramite l’uso di dispositivi iOS. CareKit applica la stessa motivazione a livello individuale.

“Crediamo che dare gli individui gli strumenti per capire cosa sta succedendo con la loro salute è incredibilmente potente”, dice COO di Apple Jeff Williams. “Applicazioni progettato utilizzando CareKit rendere questo una realtà per dare potere alle persone di assumere un ruolo più attivo nella loro cura.”

CareKit non sarà ampiamente disponibile fino al mese prossimo, ma Apple ha dimostrato diverse applicazioni che hanno avuto accesso precoce. Uno, sviluppato da Save Bionetworks e l’Università di Rochester, monitora l’efficacia del farmaco morbo di Parkinson. Un altro, chiamato Start, aiuta coloro che assumono antidepressivi monitorare l’efficacia dei loro farmaci. Ancora un altro, dal Texas Medical Center, sostituisce una pila di portare a casa il lavoro di ufficio con il software che spinge i pazienti per aiutarli a seguire i loro spesso complicati passaggi post-operatorie alla lettera.

Le possibilità di continuare. CareKit includerà una scheda di cura, che aiuta a tenere sotto controllo farmaco o terapia fisica. Le persone in grado di misurare i loro sintomi, caricare le foto che illustrano il processo di guarigione, e altro ancora. E include una cosa chiamata Connect, che permette la condivisione delle informazioni tra pazienti e medici, o membri della famiglia.

Le implicazioni di CareKit e ResearchKit prima di esso, sono di grande importanza. ResearchKit ha già aiutato tenere traccia di tutto, dai focolai di asma a, attraverso una nuova partnership con 23andMe, profili genetici. Ora, oltre a cercare di trovare una cura per il morbo di Parkinson su larga scala, e iPhone sarà in grado di contribuire ad affrontare il paziente di Parkinson con le sue realtà di tutti i giorni.

Il più sensibile dei dati
Questa è roba potente. E l’iPhone fa per una assistenza sanitaria aiutante ideale, grazie alla sua suite di coprocessore serie M motion-tracking dei sensori, e la sua enorme base installata. Non ci sono limiti a ciò che le persone con gravi condizioni di salute in grado di monitorare, e senza tappo su quanto sia utile un dispositivo iOS potrebbe essere nell’affrontare la realtà giorno per giorno di malattia. I nostri telefoni, se non lo facessero già, potranno sapere di più su di noi che sappiamo di noi stessi.

E ‘il genere di informazioni che non è possibile fornire a meno che non si sa che sarà protetto, e il tipo di dati non è possibile raccogliere se non si conosce si può proteggerlo. Il tipo di informazioni che semplicemente non può essere dato o ricevuto, senza la crittografia forte. Non è semplicemente una questione di rinunciare a un messaggio inviato o una foto privata. Si tratta di un record intimo della propria salute, in alcuni casi, presumibilmente, verso il basso per il secondo.

E ‘il genere di informazioni che non è possibile fornire a meno che non si sa che sarà protetto, e il tipo di dati non è possibile raccogliere se non si conosce si può proteggerlo.

Direttore dell’FBI James Comey spesso si lamenta di “spazi bui”, e i pericoli di un armadietto digitale che non può essere aperto.”Il problema con il confronto al sicuro è che non c’è alcuna sicurezza in tutto il mondo, che non può essere aperto,” Comey ha testimoniato al Congresso il mese scorso. “Se i nostri esperti non riescono a rompere lo faremo saltare in aria la porta fuori. Questo è diverso. ”

Grazie a Dio. Se meriti nulla la sicurezza di uno “spazio buio,” È la nostra zecche biologici e tocks, la pressione sanguigna e le nostre cure e le nostre tremori. Quelle cose sono nostre, e di nessun altro, se sono nel nostro corpo o in nostri telefoni. L’analogia di sicurezza non funziona, non solo perché non si può saltare fuori una porta; non funziona perché non è possibile memorizzare la vostra auto più vulnerabile all’interno di una cassetta di sicurezza.

Ed è quello che CareKit e le applicazioni che consentirà, mezzi. I nostri telefoni diventeranno più che semplici estensioni di noi stessi. Non sono solo l’equivalente di un album fotografico o una pila di telegrafi. Sono le nostre le nostre malattie e le nostre terapie, battiti cardiaci e respiri.Se non altro, l’idea di condividere più di tanto, anche con i nostri dispositivi dovrebbero farci schizzinosi, tanto più che anche la crittografia forte non è sempre completamente al sicuro. L’idea che chiunque, avrebbe attivamente tentativo di indebolire un sistema già fragile , con questo tipo di informazioni in gioco, sembra impensabile. Soprattutto quando quel “nessuno” è un’agenzia di applicazione della legge.

“Se stiamo andando a fidarsi di Apple con questi dati, credo che questo rende un argomento molto forte per mantenere i dati lontano da occhi indiscreti”, dice Jake Williams, fondatore di Rendition Infosec, che ha anche messo in evidenza i potenziali preoccupazioni per consegnare questa quantità di dati a qualsiasi società, in primo luogo, tra cui applicazioni insicure, e la possibilità che i dati sensibili sarebbero soggetti a citare in giudizio. “In altre parole, questo fa una grande caso per la crittografia su vasta scala su iPhone senza porte posteriori.”

L’alternativa sarebbe per Apple di non introdurre CareKit a tutti, e di ritirare ResearchKit, e alla libertà provvisoria l’idea che possa utilizzare i suoi milioni di vendite di iPhone per arricchire l’esperienza umana attraverso la scienza. Che difficilmente sembra praticabile sia, soprattutto quando ciò che è acquisito in cambio il degrado della privacy e la sicurezza per tutti gli utenti di Apple-ring così vuoto.

Mentre Apple e l’FBI portare i loro argomenti in aula, si ricordi che la lotta non si tratta solo di un iPhone, o anche su ogni iPhone che esiste oggi. Non si tratta solo di privacy e sicurezza. Si tratta di progresso, e per quello che vale la pena impedire. La risposta, se ce n’è uno, probabilmente non è tutto quello che è in quel San Bernardino iPhone.

Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo_clinica_iphone_bn

App

Siamo Social

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2021 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2021 è un marchio di fatto e di insegna. iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray

Copyright © 2021 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico

× Contattaci su WhatsApp!