Gli utenti iPhone viaggiano in aereo e bevono vino, quelli Android amano bus e birra

Uno studio sulle abitudini degli utenti mobili rivela alcune caratteristiche curiose che non mancheranno di indispettire gli animi. Pare che gli utenti iPhone viaggino in aereo e bevano vino, mentre quelli Android preferiscono bus e birra

Sapevamo già che gli utenti iPhone spendono in media molto di più di quelli Android, e che mentre i primi tendono ad essere ottimisti e mondani, quelli di Google si rivelano “taccagni e pessimisti”. E non odiateci: non lo diciamo noi, ma gli studi delle società di marketing. E ora c’è un’altra novità di cui probabilmente non si sentiva la mancanza, ma tant’è: a dire degli analisti Battery Ventures, gli utenti della mela viaggiano spesso in aereo e amano in particolare il vino; quelli Android, invece, usano più spesso i mezzi pubblici e bevono birra.

Diciamolo subito: non è una regola immutabile, e si basa su un campione rigorosamente statunitense. Chi scrive -giusto per fare un esempio- preferisce indubbiamente le ali alle ruote (con svariati voli all’anno all’attivo), ma tra calice e boccale, non ci penserebbe due volte ad afferrare la bionda.

Fatto sta che l’utente iPhone possiede spesso titoli azionari, ha viaggiato in aereo almeno una volta nell’ultimo anno e ama il nettare di Bacco. Quello Android, invece, si definisce religioso, ha mangiato al Mac Donald’s negli ultimi mesi, si avvale per lo più di autobus e tram, e spesso è fumatore.

Ma esistono anche lati in comune. Ad esempio, entrambi i profili hanno la medesima probabilità di possedere una casa di proprietà, o addirittura un’arma da fuoco. Ma l’aspetto più interessante, di sicuro, è che se si fa le debite proporzioni in base al reddito, si scopre che in realtà le differenze apparenti si fanno molto meno distinte; il che lascia intendere che la vera discriminante sia costituita dalle entrate annuali, e non dalla marca di cellulare posseduta. Sembra una verità di Pulcinella, eppure per una compagnia aerea o una società di autonoleggio potrebbe tornare utile conoscere questi dati, e dirottare così gli investimenti per il budget pubblicitario mobile là dove porta più frutti.

http://th.melablog.it/AIvwcleCNN_ggQClz78m29aidyI=/fit-in/655xorig/http://media.melablog.it/u/ute/utenti-iphone-vs-utenti-android/th/mobile-differences-graphic.jpg

-melablog-

 

 

 

 

 

 

Fai una domanda al Dr.A