iPhone 7, costruirlo costa ad Apple 220$

Come da tradizione, IHS Markit ha analizzato i componenti di iPhone 7, arrivando ad una stima dei costi che Apple sostiene per assemblarne uno; ed è parecchio più caro dei suoi predecessori.

Sfornare un iPhone 7 da 32GB costa a Cupertino qualcosa come 220$, ovvero 36,89$ in più rispetto ad un iPhone 6s entry level.

La componente più costosa resta sempre il display a a 43$, seguito dal modem Intel e dai chip del baseband (quelli che si occupano della connettività) pari a 33,90$ totali. Esclusi questi chip, il terzo componente più caro è il processore A10 a 26,90$; la fotocamera iSight frontale e quella posteriore migliorata vengono appena 19,90$, e anche la batteria è estremamente economica: appena 2,5$.

I 2GB di RAM forniti da Samsung e i 32GB di memoria flash di SK Hynix costano complessivamente 16,40$. Touch ID, chip audio, sensori di prossimità, barometro, accelerometro, giroscopio e tutto il resto dell’arsenale high-tech del telefono ammonta in tutto a 14$ di materiale. A cui si aggiungono il cavo Lightning-USB, l’adattatore Lightning-jack-3.5mm, gli auricolari EarPods con connettore Lightning, e il caricabatterie da 5W: totale 11,80$.

Ovviamente, la lista dei componenti non tiene conto di tutti gli altri costi, come Ricerca&Sviluppo, marketing, sviluppo iOS e servizi, licenze, trasporti e tasse/balzelli locali.

-melablog-

Fai una domanda al Dr.A