Apple Store, rubavano le foto piccanti delle clienti e poi assegnavano un punteggio

Diversi impiegati dell’Apple Store di Brisbane, in Australia, sono stati licenziati per aver rubato le foto personali degli utenti, e per aver scattato fotografie alle clienti del punto vendita.

applestorecarindale-800x517.jpg

Secondo la ricostruzione del Courier Mail, la cosa è emersa quando un tecnico è stato beccato a ficcanasare nel Rullino fotografico di un telefono:

È il più grosso scandalo a colpire il gigante tecnologico in Australia; possiamo rivelare che più di 100 foto esplicite e ravvicinate sono state scattate allo staff femminile e alle clienti a loro insaputa; e altre sono state sottratte direttamente dai telefoni delle clienti.
Le immagini delle vittime sono state quindi condivise con gli impiegati degli altri negozi del Queensland che poi assegnavano un punteggio da 1 a 10.

Una goliardata che è costata il licenziamento e una denuncia ai 4 che l’hanno perpetrata; e ulteriori indagini sono tutt’ora in corso, tant’è che da Cupertino è già partita una delegazione di dirigenti HR per prendere di petto la situazione.

Quando si va in assistenza, insomma e se possibile, è sempre meglio portare il telefono ripristinato; così, non ci saranno dati personali a cui accedere, né legalmente né illegalmente.

-melablog-

Rispondi