I furbetti dello zero roaming UE, l’AGCOM indaga

L’AGCOM ha deciso di indagare su come gli operatori mobili stanno applicando lo zero roaming. Interrogativi su alcune offerte TIM, Vodafone e di alcuni MVNO.

Nel documento sullo zero roaming europeo avrebbero dovuto mettere un piccolo asterisco sul termine “Italia” con una nota a piè pagina che descrivesse lo zelo dei nostri operatori mobili nel trovare escamotage. La regola dice che sono previste eccezioni, potevano forse non approfittarne?

Alessandro Longo su Il Sole 24 ore oggi racconta come l’Autorità Garante delle Comunicazioni abbia avviato un’indagine per sapere se piccoli e grandi operatori stiano applicando correttamente il regolamento. Com’è risaputo dovrebbe essere possibile telefonare e navigare, oltre confine, come se si stesse a casa. Ovviamente nel rispetto delle soglie stabilite dal proprio contratto.

L’unica limitazione riguarda il traffico dati, poiché Bruxelles ha dovuto considerare le tariffe all’ingrosso che si applicano vicendevolmente gli operatori. Ad ogni modo ha ufficializzato una sorta di strumento di calcolo (qui il dettaglio) che consente di stabilire il volume di traffico minimo che deve essere dato all’utente, relazionando tariffa all’ingrosso, megabyte e tariffa consumer.

Il risultato è che le offerte più vantaggiose per quantità di GB, se a basso prezzo, subiscono una forte contrazione delle soglie massime gratuite extra-confine. In questo caso non si parla di abusi, ma se il calcolo non è stato effettuato correttamente? È l’ipotesi dell’AGCOM in relazione ad esempio a Tim Special Medium, che offre in roaming solo 2 GB su 4 del pacchetto. Oppure TIM Supergiga & Music che consente 4 GB all’estero sui 10 GB complessivi, ma limita lo streaming musicale a zero rating solo all’Italia.

Special Medium sembrerebbe offrire troppo poco, Supergiga & Music invece ha un punto interrogativo sullo streaming limitato. Situazione ancora più delicata per TIM Internet 50 GB, fruibile solo sul territorio italiano.

Anche Vodafone con l’offerta RED pone dei dubbi: i GB aggiuntivi per chi abbina uno smartphone valgono solo per l’Italia. E sempre sulla pagina del roaming UE si legge che “potrai usufruire delle componenti gratuite che includono traffico dati e delle opzioni che includono traffico dati illimitato solo sul territorio nazionale”. Stessa cosa per Vodafone Pass (navigazione illimitata per social, chat, video, musica), anche se bisogna riconoscere all’operatore di essere stato l’unico a pubblicare sul suo sito uno strumento che semplifica i calcoli (Vodafone Euroroaming).

Wind 3 ribadisce di aver applicato le nuove norme, ritoccando alcune clausole delle vecchie offerte. Si è adeguata anche Poste Mobile, mentre CoopVoce, Lycamobile e Kena Mobile continuano ad applicare differenze di costi per il roaming.

Se i conti non vi tornano potete sempre segnalare all’AGCOM e Corecom le presunte violazioni.

Fastweb ha ottenuto invece il periodo di deroga di 12 mesi, come concede il regolamento UE, e offre in roaming solo 1 GB. “Siamo stati costretti a fissare questa soglia per via di un paradosso creato dal Regolamento Europeo che ha azzerato i costi del roaming agli utenti lasciando al contempo molto alti i costi all’ingrosso, quelli cioè pagati dagli operatori”, ha spiegato Fastweb. La richiesta di Tiscali Mobile non ha ancora ricevuta risposta.

Il tema è risaputo. Lo zero roaming non avrebbe provocato grandi problemi agli operatori strutturati mentre per i virtuali l’acquisto di traffico è ben più oneroso. Di fatto non riescono a bilanciare i costi di chi va all’estero con i potenziali introiti di chi arriva.

“Credo che faremo un richiamo a questi operatori, la prossima settimana”, ha ammesso Antonio Nicita, commissario Agcom.

“Il regolamento permette di fare eccezioni per offerte particolarmente scontate, ma ritengo che non possa valere per quelle lanciate dopo la fine del roaming. Altrimenti si potrà sempre trovare un modo per discriminare il traffico europeo. Ecco perché sono abbastanza fiducioso che respingeremo queste mosse degli operatori”.

Fonte: tomshw

Rispondi