iPhone: lo smartphone che ha cambiato il mondo

Nel giro di 10 anni (dal 29 giugno 2007), questa rivoluzione è avvenuta in maniera lenta e quasi impercettibile, per via della sua gradualità. Tuttavia se i noi stessi di 10 anni fa si mettessero a guardare un telegiornale di oggi, resterebbero senza parole nello scoprire quanto internet, grazie alla sua rapidissima diffusione offerta dagli smartphone, sia diventato un tema centrale in tantissime notizie, dagli investimenti della politica, sino all’utilizzo dei social come principali agenzie stampa. Questo perché, a partire da iPhone in poi, l’informazione è diventata sempre più liquida e accessibile, attraverso qualsiasi piattaforma mobile o dispositivo.

Si tratta di un cambiamento epocale che non tutti avevano previsto e che in molti non avevano saputo inizialmente cogliere. Come spesso accade, l’attaccamento al tradizionale status quo ha impedito a molti esperti del settore, al tempo, di cogliere la spinta innovatrice che iPhone stava portando all’industria tutta. Memorabile è la reazione del al tempo CEO di Microsoft Steve Ballmer, il quale si mise letteralmente a ridere al sol pensiero di un dispositivo mobile, pensato per il business, sprovvisto di una tastiera fisica. Chiaramente sappiamo tutti come andò.

Steve ha dato il via al mondo delle app, le quali hanno cominciato ad allontanarsi dall’idea di riproporre versioni baby dei programmi per sistemi desktop, raggiungendo una propria identità resa possibile proprio grazie alla presenza di un ambiente interattivo non governato da tasti e funzioni fisse. Oggi i risultati di ciò sono sotto gli occhi di tutti e la democratizzazione di internet, passata anche attraverso le app, ha reso possibili realtà come Facebook, Uber, Twitter e chi più ne ha più ne metta, creando nuove possibilità di impiego e interi settori mai immaginati prima.

Che si sia fan o meno dei prodotti della Mela, iPhone è senza dubbio un punto di riferimento per tutti gli appassionati del mondo della tecnologia, nel bene o nel male. Oggi, a 10 anni e 1.2 miliardi di dispositivi di distanza dal suo debutto, è facile trovare il suo DNA all’interno della quasi totalità degli smartphone in commercio, seppur il mercato abbia visto emergere tanti nuovi protagonisti, in grado di offrire validissime alternative.

Bisogno di Aiuto Subito? scrivi ai nostri dottori.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...