Quanto è sicura la Libreria foto di iCloud?

Libreria foto è una comoda e utile funzione di iCloud che permette di archiviare foto e video online e di mantenerli aggiornati su iPhone, iPad, iPod touch, Mac, Apple TV e sito iCloud.com che utilizzano lo stesso account Apple. Questo significa che le nostre immagini e i nostri video transitano online e passano per i server Apple, ma quanto è sicuro il servizio?

Ricordiamo che Libreria foto di iCloud salva automaticamente in iCloud ogni foto e video realizzati sui dispositivi Apple in nostro possesso, così che tutti questi contenuti siano immediatamente visibili su iPhone, iPad, Apple TV, Mac e iCloud.com collegati allo stesso account.

Per attivare questa funzione su iOS, basta andare in Impostazioni > [nome utente] > iCloud > Foto, quindi attivare Libreria foto di iCloud. In iOS 10.2 o versioni precedenti bisogna andare su Impostazioni > iCloud > Foto.

E la sicurezza?

Le nostre foto possono contenere innocenti immagini di paesaggi e luoghi visitati, ma anche ritratti personali, screenshot di informazioni sensibili e tanto altro. Qualsiasi sia il contenuto delle nostre foto e dei nostri video, a nessuno piace correre il rischio che questi contenuti vengano in qualche modo rubati da qualche hacker.

Libreria foto di iCloud sposta i bit che compongono le immagini e i video dai nostri iPhone, iPad e Mac ai server Apple, per poi inviarli nuovamente a tutti gli altri dispositivi iCloud in nostro possesso. Questo significa che ogni step di trasferimento dati deve essere sicuro, per evitare che quei contenuti siano visibili in chiaro da terzi.

Per garantire questa sicurezza, Apple utilizza la crittografia end-to-end durante ogni trasferimento dai dispositivi ai server iCloud, e viceversa. Come spiegato dalla stessa Apple sul suo sito di supporto, le foto e i video vengono trasmessi con crittografia AES a 128 bit. In pratica, lo stesso livello di sicurezza utilizzato per i backup dei dispositivi iOS e per file memorizzati su iCloud Drive.

Grazie alla crittografia end-to-end, quando un’immagine viene trasmessa online è anche protetta durante i vari passaggi. Se un malintenzionato riuscisse ad ottenere i dati di quella foto durante un trasferimento da iPhone ai server Apple (o viceversa), lo stesso non potrebbe in alcun modo visualizzare il contenuto reale di quell’immagine.

Inoltre, Apple utilizza i protocolli AES e SHA per la crittografia e la protezione dei dati di hashing. Nessun altro, nemmeno Apple, può accedere alle informazioni protette da codifica end-to-end.

Nello specifico, ogni file è suddiviso in blocchi e crittografato da iCloud utilizzando lo standard AES-128 e una chiave derivata dal contenuto di ogni blocco. Tale chiave utilizza lo standard SHA-256. Le chiavi e i metadati dei file vengono memorizzati da Apple nell’account iCloud dell’utente, I vari blocchi crittografati del singolo file vengono memorizzati, senza alcuna informazione di identificazione dell’utente, utilizzando servizi di archiviazione di terze parti, come Amazon S3 e Windows Azure.

Questi standard sono quindi più che sufficienti per assicurare un’elevata protezione dei dati che passano per iCloud.

Per quanto riguarda la privacy, abbiamo già detto che Apple memorizza i vari blocchi di dati senza alcuna informazione di identificazione dell’utente. Inoltre, iOS consente di concedere o revocare l’autorizzazione alle app terze per l’accesso alle foto (anche in questo caso, le info condivise saranno sempre crittografate).

In ogni caso, se elimini una foto dalla Libreria fotografica di iCloud e da Eliminati di recente (dal “cestino” la foto sarà comunque cancellata dopo 30 giorni), questa sarà eliminata definitivamente dai server e da qualsiasi altro tuo dispositivo.

FONTE IPHONE ITALIA BLOG

Fai una domanda al Dr.A

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.