Apple affronta le indagini antitrust in Europa su Apple Music e Apple News

Apple sta affrontando un’indagine antitrust olandese sul fatto che favorisca le proprie app rispetto a quelle degli sviluppatori concorrenti. Sembra probabile che abbia un focus iniziale su Apple Music e Apple News , ma probabilmente si estenderà ad altre categorie di app e potrebbe anche includere Google Play Store.

Spotify ha già presentato una denuncia alla Commissione europea, sostenendo che Apple Music ha un vantaggio ingiusto su Spotify, e la relazione odierna fa riferimento a questo e afferma che “app for news media” è un altro punto a fuoco …

 

Rapporti Bloomberg .

L’Autorità per i consumatori e i mercati dei Paesi Bassi (ACM) esaminerà se Apple abusa di una posizione dominante sul mercato “dando un trattamento preferenziale alle proprie app”, si legge in un comunicato di giovedì. La sonda si concentrerà inizialmente sull’App Store di Apple, dove i regolatori hanno ricevuto i reclami più dettagliati e le app olandesi per i mezzi di informazione, ma chiede anche ai fornitori di app di segnalare se hanno problemi con il Play Store di Google.

La sonda antitrust aggiunge un crescente contraccolpo ai pedaggi che Apple e Google fanno pagare agli sviluppatori che utilizzano le loro app store. Il potente braccio antitrust dell’UE sta valutando la denuncia di Spotify rivolta a Apple. Ciò si basa sulla preoccupazione che le piattaforme tecnologiche controllino l’ecosistema online e possano rigare il gioco a proprio vantaggio.
L’ACM ha pubblicato oggi un rapporto sugli store di app mobili, in cui si afferma che la sua prima esplorazione della questione aveva sollevato un numero significativo di preoccupazioni.

All’interno dell’ecosistema iOS, non ci sono alternative realistiche per le app o l’App Store, quindi l’App Store costituisce un collo di bottiglia all’interno dell’OS-iOS […] I fornitori di app riscontrano problemi con l’interoperabilità con il sistema operativo di funzionalità sul telefono come con Siri o il chip NFC. Altri fornitori di app hanno indicato che anche se le loro app hanno pieno accesso agli app store hanno un forte svantaggio rispetto alle app proprietarie Apple e Google, a causa della preinstallazione delle proprie app.
La denuncia di Spotify riguardava il fatto che avrebbe dovuto pagare una commissione se offriva abbonamenti in-app, e l’ACM afferma che le commissioni del 30% (primo anno) o del 15% (rinnovo) potrebbero comportare una “distorsione della concorrenza”.

Apple ha affrontato il controllo del monopolio musicale in Europa per qualche tempo. Di seguito, Phil Schiller solleva domande sui media sul dominio di iTunes al lancio di iPhone nel 2007.

Hai bisogno di aiuto subito?
Scrivi ad uno dei nostri dottori.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo-web_bianco

Riparazione iPhone, iPad e MacBook - Dr. A

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2019 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2019 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2019 è un marchio di fatto e di insegna.

iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Copyright © 2019 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico - Web by Cooldesign

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray