Washington Post trova 5.400 tracker di app che inviano i dati da un iPhone

Il software di monitoraggio utilizzato da  The  Washington Post su un normale iPhone ha rilevato che non meno di 5.400 tracker di app stavano inviando dati dal telefono, in alcuni casi inclusi dati sensibili come la posizione e il numero di telefono.

Sono le 3 del mattino. Sai cosa sta facendo il tuo iPhone?

Il mio è stato allarmantemente occupato. Anche se lo schermo è spento e sto russando, le app trasmettono molte informazioni su di me a società che non ho mai sentito nominare. Probabilmente il tuo iPhone sta facendo lo stesso, e Apple potrebbe fare di più per fermarlo.

Un recente lunedì sera, una dozzina di società di marketing, società di ricerca e altri utenti di dati personali hanno ricevuto segnalazioni dal mio iPhone. Alle 23:43, una società chiamata Amplitude ha appreso il mio numero di telefono, e-mail e posizione esatta. Alle 3:58 del mattino, un altro chiamato Appboy ha ricevuto un’impronta digitale del mio telefono. Alle 6:25 del mattino, un tracker chiamato Demdex ha ricevuto un modo per identificare il mio telefono e ha inviato un elenco di altri tracker da associare a […]

In una settimana ho incontrato oltre 5.400 tracker, principalmente in app, escluso il traffico di Yelp incessante. Secondo la disconnessione sulla privacy, che ha aiutato a testare il mio iPhone, quei tracker indesiderati avrebbero emesso 1,5 gigabyte di dati nell’arco di un mese. Questo è metà di un intero piano di servizi wireless di base di AT & T.
Il report deve essere visualizzato nel contesto, tuttavia.

Tracker dell’app nel contesto
In primo luogo, mentre ci sono molte segnalazioni senza respiro di dati inviati a società come Google e Facebook, la stragrande maggioranza è innocua. Sono semplicemente gli sviluppatori che utilizzano i servizi di analisi delle app forniti da queste aziende e stanno imparando cose come le funzioni delle app che le persone fanno e non usano.

In secondo luogo, l’ app di Privacy Pro che The Washington Post utilizzava per monitorare il traffico dei tracker era fornita da una società che desiderava venderti acquisti in-app per bloccare questo traffico, quindi l’azienda interessata ha interesse a rendere la situazione solida più spaventoso di quello che è.

“Questi sono i tuoi dati. Perché dovrebbe lasciare il tuo telefono? Perché dovrebbe essere raccolto da qualcuno quando non si sa cosa faranno con esso? “Dice Patrick Jackson, ex ricercatore della National Security Agency che è il responsabile della tecnologia principale per Disconnect […]” Conosco il valore di dati, e non voglio il mio in nessuna mano dove non è necessario “, mi ha detto.
Ci sono diverse risposte a questa prima domanda.

La maggior parte del monitoraggio delle app è legittima
Necessità: alcune app  devono inviare dati di tracciamento per poter funzionare. Che l’auto Uber o Lyft ti possa raccogliere solo se sa dove sei, per esempio.

Immediato vantaggio per l’utente: molte app di e-commerce e di carte di credito utilizzano una varietà di segnali per rilevare transazioni fraudolente, ad esempio, ed è nel nostro interesse bloccare l’uso improprio delle nostre carte.

Vantaggio indiretto per gli utenti: più uno sviluppatore di app può imparare a conoscere il modo in cui gli utenti reali interagiscono con la loro app nel mondo reale, meglio possono fare l’app. Le funzionalità utilizzate di frequente possono avere la priorità per il miglioramento rispetto a quelle che non lo sono e esistono comportamenti in-app che possono identificare problemi con la funzionalità o l’interfaccia utente. Gli inseguitori di app svolgono un ruolo chiave nella qualità del software.

Pubblicazione degli annunci: Sì, a nessuno piacciono gli annunci ( beh , forse alcuni ), ma qualunque cosa pensiamo di loro, rendono possibile godere di tutto, dalle app gratuite ai siti web gratuiti. Se vogliamo che queste cose continuino a essere libere, è nel nostro interesse che almeno gli annunci che vediamo siano rilevanti.

Ma c’è una legittima causa di preoccupazione
Ma Jackson fa due buoni punti sugli inseguitori di app. Innanzitutto, trasparenza.

La sua più grande preoccupazione è la trasparenza: se non sappiamo dove stanno andando i nostri dati, come possiamo mai sperare di mantenerlo privato?
Con letteralmente migliaia di tracker che trasmettono dati, semplicemente non è pratico per nessuno monitorare quel traffico e capire quali usi sono legittimi e quali no.

Secondo, chiare politiche di protezione dei consumatori.

Per lui, qualsiasi terza parte che raccoglie e conserva i nostri dati è sospetta a meno che non disponga anche di politiche sulla privacy dei consumatori come limitare i tempi di conservazione dei dati e dati anonimi […]

Il problema è che più i dati personali vengono spostati, più diventa difficile ritenere le aziende responsabili di comportamenti scorretti, comprese violazioni inevitabili.
Jackson potrebbe essere a pesca per un’acquisizione di Apple.

Jackson suggerisce che Apple potrebbe anche aggiungere controlli in iOS come quelli integrati in Privacy Pro per dare a tutti maggiore visibilità.
Ma il punto è giusto. Apple fa più di chiunque altro per proteggere la privacy degli utenti , ma questa è un’area in cui è impossibile per gli utenti ottenere qualsiasi tipo di guida su ciò che sta realmente accadendo sotto il cofano. O abbiamo bisogno che Apple faccia di più, o che la legge lo faccia.

Hai bisogno di aiuto subito?
Scrivi ad uno dei nostri dottori.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Vienici a trovare, cerca la CLINICA®IPHONE più vicino a te

logo-web_bianco

Riparazione iPhone, iPad e MacBook - Dr. A

CLINICA®IPHONE è ® 2008 - 2019 - Tutti i diritti riservati. Dr Adriano-Mac Repair è ® 2008 - 2019 - Tutti i diritti riservati. CLINICA®IPHONE 2008 - 2019 è un marchio di fatto e di insegna.

iPhone, iPad, iTunes, Apple TV, Macintosh e il logo Apple sono marchi di Apple Inc. Questo sito non è in alcun modo affiliato con Apple Inc. Non siamo un Apple Stores, non siamo un Apple Retail.

Copyright © 2019 CLINICA®IPHONE - Next s.r.l. - P. IVA 12168701006 - Privacy Policy - Note Legali - Codice Etico - Web by Cooldesign

Accettiamo Pagamenti anche con

loghi_carte_gray